Crea sito

Il Ritorno Della Caccia Grossa Nello Zimbabwe: Leoni, Elefanti, Leopardi e Altro.

183331932-233177f8-baa7-49f5-9a31-4d615c5e6697

 

 

Dopo l’uccisione del leone Cecil da parte di un dentista statunitense, l’associazione dei cacciatori professionisti dello Zimbabwe limita le leggi che controllano la caccia grossa di animali rari e in via d’estinzione. Il divieto di questo tipo di caccia rimane in vigore solo in alcune zone,  come quella in cui sono stati uccisi di recente due leoni tra cui Cecil, e in due zone nel parco naturale Hwange. L’associazione spiega che i turisti-cacciatori dovranno essere accompagnati dalle guardie dei parchi nazionali per poter cacciare questi preziosi animali.

 

 

Diversa è la posizione del  Presidente dello Zimbabwe, il presidente Mugabe, che è contrario alla decisione presa dall’associazione dei cacciatori. Queste sono le sue parole ad un discorso davanti a veterani di guerra nella capitale Harare :«Questi vandali… Gli animali non dovrebbero essere uccisi nè con un’arma né con una freccia. È un peccato. Avevo sette o otto anni quando mi hanno proibito di uccidere un animale con arco e frecce. Mi hanno detto che si trattava di creature di Dio che non possono essere uccise».

 

 

Parole toccanti e illuminate, dette però dallo stesso presidente che a febbraio durante il suo compleanno, ha sacrificato due elefanti, servendo poi ai suoi ospiti la loro carne.

2015-08-01T141500Z_636974808_TM3EB7V1AFT01_RTRMADP_3_ZIMBABWE-WILDLIFE-LION-ENDANGERED-352-kWWD-U1060721243207zOB-700x400@LaStampa.it

1040 Total Views 1 Views Today
Un voto al post?