Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /membri/langolodelmammifero/wp-content/plugins/cta/classes/class.cta.render.php on line 347
Viaggi Consapevoli: Aiutiamo Gli Animali! | -- L'ANGOLO DEL MAMMIFERO --
Crea sito

Viaggi Consapevoli: Aiutiamo Gli Animali!

 

L’estate è iniziata e per molte persone è il montamento di scegliere la meta del viaggio estivo. C’è chi ama la montagna, chi il mare e chi le grandi città. Qualche persona porterà anche i suoi animali domestici (gatti, cani, ecc..) in viaggio con sé. Qualche famigliola invece andrà a vivere “un emozionante viaggio” incentrato sugli animali: vederli, toccarli, fargli le foto e dargli da mangiare. E’ proprio a questi che dedichiamo l’articolo di oggi. Parliamo di viaggi consapevoli.

Gli animali ormai stanno diventando di moda, proprio come vederli in situazioni non naturali, per non dire veramente paradossali e assurde. Delfini confinati in vasche minuscole, scimmie ridotte a fare giochetti da salotto o a saltare da una parte all’altra di una gabbia troppo piccola per loro, elefanti (come nel caso Sambo) obbligati a morire di fatica per trasportare gli ennesimi turisti della giornata.

sambo-cambodia-elephant-dies

Tramite uno studio commissionato all’Unità di ricerca sulla Conservazione dell’Università di Oxford, dalla World Animal Protection, si è potuto classificare il grado di pericolosità di queste torture, che degradano la vita dell’animale, nonché dell’ambiente stesso. La campagna, a cui consiglio vivamente di aderire, si chiama Wildlife – Not Entertainers e i risultati che propone sono sconcertanti. Sono all’incirca 560 mila gli animali che, secondo questo studio, sono maltrattati durante gli spettacoli organizzati per i turisti. L’addestramento vero e proprio è, forse, la situazione più drammatica, dove gli animali sono soggetti a punizioni sia fisiche sia mentali.

Dal punto di vista della salvaguardia degli animali uno dei posti peggiori è il Nong Nooch Garden, in Thailandia dove i turisti possono passeggiare a dorso di elefante. Leoni e tigri ancora cuccioli vengono separati dalla madre per renderli docili e ammaestrabili. Sulle Isole Cayman le tartarughe sono tenute in cattività in condizioni di grave sofferenza e stress.circo-3

Non sarebbe meglio osservare gli animali nei loro habitat naturali, invece che vederli danzare, piroettare o fare giochetti? Fare una vacanza incentrata sugli animali è possibile, basta solo osservarli nella loro libertà, facendo sempre attenzione a non disturbarli. Sosteniamo quindi i viaggi consapevoli e la campagna Wildlife – Not Entertainers. 

558 Total Views 1 Views Today
Un voto al post?